Luca Bonaffini

Official site


News

Un racconto durato trent'anni.

Ecco Luca Bonaffini, chitarra in mano e da solo sul palco come ai tempi della scuola, nella seconda metà degli anni '70.
Proiezioni di video "d'epoca", a sorpresa.
Quelli che lo ritraevano agli esordi, in veste di sognatore armato di canzoni.
Un cantautore in stile "vecchia maniera" che, pieno di speranze e timori, bussava alle case discografiche.
Poi, la tivù. E il successo, come autore, grazie all'incontro con Pierangelo Bertoli.
Giovedì 3 dicembre, alle 21, il TEATRO ARISTON di MANTOVA ospiterà l'artista mantovano, lo stesso teatro che, nel lontano 1991, lo vide protagonista insieme al "maestro" (Pierangelo).
Nel repertorio, lungo e intenso della sua carriera, figurano canzoni scritte e cantate con Claudio Lolli e con Flavio Oreglio e recenti collaborazioni importanti come quella con Enrico Ruggeri e Dario Gay, nel teatro civile. Infine, una seconda vita: quella di scrittore di romanzi.
La serata, ad ingresso gratuito, sarà "guidata" da Dario Bellini (della casa editrice Gilgamesh) che presenterà il libro di Mario Bonanno "La protesta e l'amore. Conversazioni con Luca Bonaffini".
La pubblicazione, un libro intervista di 200 pagine, contiene anche la ristampa del cd "Il Ponte dei Maniscalchi", master originale e la prefazione di Claudio Lolli.
Musica, parole, qualche ricordo ma niente autocelebrazioni, giura il cantautore mantovano.
Solo un modo per salutare il suo trentennio a venire, già in trincea con nuovi progetti.
Vi aspettiamo numerosi.

Sabato 28 febbraio, presso l'associazione culturale IL CASTELLO (vedi locandina) di Ponti Sul Mincio, in provincia di Mantova, finalmente un incontro storico: Luca Bonaffini con Marco Dieci. Quest'ultimo, collaboratore dalla fine degli anni 60 alla seconda metà degli anni 80 di Pierangelo Bertoli racconterà - a suon di canzoni - le origini e la nascita del cantautore emiliano. Un racconto definito e rifinito da Bonaffini che, dalla seconda metà degli anni 80 al boom sanremese, lo ha accompagnato per un pezzo di strada.
Racconti e aneddoti inediti, Bibbia per i bertoliani e davvero interessanti anche per gli appassionati di storia e di musica a fianco di tante canzoni note e meno note che hanno caratterizzato il percorso del cantautore sassolese.
"Marco - come ha detto Luca Bonaffini - fu il primo a darmi fiducia, nel 1985 trent'anni fa, mettendomi a disposizione lo studio che aveva in casa sua per fare dei provini. Mi convinse anche a incidere Barbablù (che a me non piaceva) che Pierangelo scelse e incise nel suo 33 giri Canzone d'autore. Nei suoi confronti affetto e gratitudine, perchè fu il primo (insieme a Pierangelo) ad aprirmi le porte della grande Cgd, l'Holliwood discografica di quegli anni".
Un incontro atteso inserito all'interno di una rassegna dedicata per tutto il mese di febbraio alla musica dei cantautori, poeti e protagonisti in musica di un periodo storico in cui la canzone e le ballate hanno fatto la differenza.
Da non perdere.

Luca Bonaffini ritorna con uno spettacolo dedicato alla shoà.
Protagonista Stella Bassani, già inteprete del tour/cd I GIARDINI DI ISRAEL, che il giorno 28 gennaio terrà uno show concept interamente dedicato all'argomento.
Novità assoluta, la Bassani verrà accompagnata dal gruppo di musica klezmer Les Touches Louches, un quartetto di musicisti dell'area bolognese composto da violino, contrabbasso, chitarra ritmica e clarinetto.
Il repertorio, vario e intenso. Da Ava Nagila a Gam Gam, passando attravesro gli anni bui della seconda guerra mondiale, fino alle recenti e melodiche Eretz Eretz (un omaggio alla terra della pace) e a Erev shel shoshanim.

Lo spettacolo si terrà mercoledì 28 gennaio alle 9 presso il Liceo Scientifico di San Floriano (VR).

Giovedì 29 gennaioTELETICINO ore 14,30 Luca Bonaffini nel corso della trasmissione " IN ONDA CON VOI", darà alcune anticipazioni sui progetti musicali del 2015. Sarà presente in studio anche Stella Bassani.

TELE TICINO " In onda con voi"

Bonaffini presenta lo scrittore esordiente Riccardo Bassi che pubblica il suo primo libro "La mia seconda manche". Un romanzo di fantasia sul tema dello sci per il quale Bonaffini ha scritto l'introduzione. L'evento si svolgerà sabato 31 gennaio, presso il Centro Culturale Tadini alle 21.
Interverranno, oltre a Bonaffini numerosi ospiti del mondo dello spettacolo.